Zora and the Hibernauts By Fernando Fernández


download ↠ PDF, eBook or Kindle ePUB ½ Fernando Fernández

Fernandez lo si può collocare a metà via tra Metal Hurlant e Warren Publishing, dove era autore di spicco, e nonostante sia una leggenda - nella sua nicchia - in Spagna ma anche in Francia e negli Usa, in Italia è stato dimenticato. Artista fenomenale, direi che è un Druillet realista in quanto si notano layout barocchi e colori lisergici. Questo è il suo retake onirico sulla serie francese, Zora, che pochi anni prima si era conclusa.
E' bene dire subito che la storia non il fulcro e non ha valenza tradizionale, ma non si può dire che è tutto un pretesto per portare avanti questo trip enorme dal sense of wonder smisurato. Non voglio farlo passare ingiustamente per un fumetto ignorante, tutt’altro, è abbastanza colto e ben dialogato ma, semplicemente, non spiega nulla, è frenetico e non segue la classica sceneggiatura causalità-effetto. Ergo è un wtf continuo, per cui la storia e la parte grafica vanno di pari passo, in altre parole la sceneggiatura funziona. Questo è un fumetto che segue la scia della fantascienza psichedelica, è allucinato, con tanti nudi e avventura.
Fernandez fa uso di svariate tecniche come colori ad olio, l’aerografo ma anche b/n o carboncino. La costruzione dei layout è davvero “arabesca” e floreale, e accentua il senso di dreamlike.
Nel pianeta Honeycomb governato a mo’ di gerarchia alveare dalla sorellanza, una razza di discendenza terrestre di sole donne(ebbene) dalla testa rasata, ma incredibilmente bbone, che vivono mezze nude, la nostra Zora ritroverà dei militari terrestri ibernati e da lì in poi si ribellerà alla sorellanza dopo aver scoperto la discendenza terrestre alleandosi con una sua amica e i 2 ibernauti. Da qui in poi affronteranno le più disparate peripezie, ecc, ecc.
Tra Zora e gli ibernauti ci sono millenni di differenza e anni luce di distanza, sotto questi presupposti si deve capire che le barriere tra le due “razze” sono insormontabili anche se gli impulsi sessuali domineranno anche nel futuro. Perché è stata proprio Zora, che viveva una vita tranquilla, a disobbedire e ad intraprendere questo viaggio con Amon? Questo non può che essere un quesito senza risposta perché concetti come destino o fortuna sono sconosciuti nel pianeta di Zora poiché non hanno senso logico, ma magari gli artefici di questo prefabbricato destino sono entità universali di un altro spazio/tempo. Un po’ come il suo contemporaneo L’Incal, in cui Jonh Difool è una pedina di un gioco cosmico.
Emblematica la sepoltura dell’ultimo terrestre vivente che ha luogo sulla terra nella Sagrada Familia le cui torri si ergono a muta testimonianza della tragedia di una razza che non poteva durare più dei suoi simboli, però c’è la speranza che i novelli Adamo ed Eva, Amon e Zora, passato e futuro, portino avanti il genere umano in un luogo lontano a bordo della Genesis II. Spettacolo, come ho detto per nulla banale.
Un fumetto d’altri tempi, che oggi sarebbe impossibile realizzarlo perché la nostra epoca non ha e non permette la crescita di questi visionari. Oggi ci sono 2 estremi: quello soft e quello prettamente d’autore. Anche quando al giorno d'oggi trovi emuli di quella stagione, in particolare di Moebius, trovi per lo più visioni mai prettamente patinate, computerizzate. Magari è pure giusto così? Le epoche cambiano e così i loro artisti e allora proprio per questo un fumetto come Zora andrebbe riscoperto.
Tanto per dire, anche Fellini - e non poteva essere altrimenti - ebbe grande ammirazione per Zora e per Fernandez in generale.
8.5/10 Paperback You must read the introductions- they aren't bulky and don't give away any story. You will be sold on the read by Julie Simmons-Lynch and then quickly fascinated (literally) by what you read about the creator!

In a VERY distant future there's a honeycomb planet of VERY advanced exclusively female race- some of whom find men which propels them to fight on all fronts. Their easiest enemies to vanquish are the myriad types of advanced monsters that only SEEM primitive while their most difficult opponent(s) isn't even material. JUST READ IT!

BUT (.)(.) All of you detestable self-righteous Neo-Puritans should avoid this because it even though the sex is soft-core and distinguished- you can't miss a soft and hard rig (thankfully circumcised even though Euro-drawn) while scoring the highest BPPR (Breast Per Page Ratio) I can remember in ANY rating!

The quality of the magnificent art only has one competitor- his adaptation of Dracula which I HATE to admit that if I were only allowed memory of one I would be FORCED to forget this MASTERPIECE. That's totally unfair because he didn't have to write Dracula but his rendition is the best I've seen of anything.

NYA was the honeycomb space-babe that I fell hopelessly in love with. She stood out as the sexiest to me even though nearly all of the women are varying degrees of identical. Aside from her astonishing beauty she had a forehead tattoo that spoke of greatness- she was a navigator and the honeycomb's champion gymnast!

My only non-superficial qualm is his Star Wars scene theft which he would have seen before or during the writing of this BUT dozens copied the fat-cat of theft after G. Lucas' premier pasticherpiece. Paperback sci fi goodness !!!!! Paperback

Por fin se reedita este clásico de los 80 escrito y dibujado por Fernando Fernández. Una fantasía futurista que medita sobre el porvenir del género humano con el espectacular colorido que marcó el estilo del autor y de toda una época. Un clásico imprescindible para nostálgicos. Zora and the Hibernauts

Zora